S.U.E.

đź”´ MODELLI E REGOLAMENTI

Modelli edilizi

Con il Decreto del Direttore della Regione Campania n. 19 del 22 giugno 2017 ed il Decreto Dirigenziale della Regione Campania n.119 del 16 ottobre 2017 sono stati approvati i modelli unificati e standardizzati in materia edilizia.

 REGIONE CAMPANIA

Decreto-n.-19-del-22-giugno-2017
DECRETO DIRIGENZIALE N. 119 DEL 16 OTTOBRE 2017
MODELLO D – SOGGETTI COINVOLTI
MODELLO PERMESSO DI COSTRUIRE
RELAZIONE ISTRUTTORIA GRUPPO
MODELLO PERMESSO DI COSTRUIRE-editabile
SCIA-AGIBILITA’ CAMPANIA-editabile-1.0
SCIA-CAMPANIA-editabile-1.0
SUPERSCIA-CAMPANIA-editabile-1.0
CFL-CAMPANIA-editabile-1.0
CILA-CAMPANIA-editabile-1.0
CIL-CAMPANIA-editabile-1.0

Riferimenti IBAN e C.C. Postale

Conto Corrente IBAN

Assolvimento imposta di bollo

Sulle istanze che prevedono “l’emanazione di un provvedimento amministrativo” deve essere apposta una marca da bollo da 16 € (D.P.R. 26/10/1972, n. 642 e dall’art. 7-bis del D.L. 26/04/2013).

Se si sta presentando un’istanza in forma telematica, sarĂ  necessario acquistare una marca da bollo destinata esclusivamente alla presentazione dell’istanza e comunicare all’ente il relativo numero identificativo (seriale), autocertificando che questa non sarĂ  utilizzata per qualsiasi altro adempimento (articolo 3 del D.M. 10/11/2011).

Diritti di segreteria

Con Deliberazione della Giunta Comunale n. 25 del 15/03/2019 sono stati aggiornati i diritti di segreteria per le attivitĂ  edilizie, produttive e per i servizi collegati

DIRITTI DI SEGRETERIA
TARIFFE

Oneri di Urbanizzazione

Con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 42 del 20/12/2018 è stato effettuato l’aggiornamento ISTAT degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria, ai sensi dell’art. 16, comma 6, del D.P.R. n. 380/2001, ai fini della determinazione del contributo di costruzione per l’anno 2019

DELIBERA
ALLEGATO TARIFFE

Accesso agli atti

Il diritto di accesso e di informazione può essere esercitato da tutti i soggetti (cittadini, associazioni, imprese, ecc..) che dimostrino di avere un “interesse giuridicamente rilevante” nei confronti dell’atto oggetto del diritto di accesso su atti, documenti e procedure che lo riguardano.

  RICHIESTA ACCESSO AGLI ATTI

Certificazione Urbanistica-uso

Il certificato di destinazione urbanistica contiene le prescrizioni urbanistiche relative all’area interessata.
Tale certificato deve essere allegato ad atti pubblici o privati aventi per oggetto trasferimento, costituzione o scioglimento della comunione di diritti reali relativi a terreni.
Il certificato non è necessario quando i terreni costituiscano pertinenze di edifici censiti nel N.C.E.U., purchè la superficie complessiva dell’area di pertinenza medesima sia inferiore a 5.000 metri quadrati.
Il certificato è rilasciato ai sensi dell’art. 30 comma 3 D.P.R. 380/2001 entro 30 giorni dalla presentazione e conserva efficacia per un anno dalla data del rilascio se, per dichiarazione dell’alienante o di uno dei condividenti, non siano intervenute modificazioni degli strumenti urbanistici. Per le successioni non è richiesto il CDU: gli eredi dovranno, mediante autocertificazione da rendere direttamente all’Agenzia delle Entrate, dichiarare il valore del terreno.

âť— N.B.

Anche il CDU ad uso successione è soggetto ad imposta di bollo.

L’Agenzia delle Entrate, con parere in data 14/3/2013, ha affermato che il CDU richiesto da privato ad uso successione è soggetto ad imposta di bollo in quanto l’entrata in vigore della L. 183/2011 rende non più applicabile l’esenzione di cui all’art.5 tabella allegata al DPR n.642/72.

RICHIESTA CERTIFICATO DESTINAZIONE URBANISTICA
RICHIESTA CERTIFICATO DESTINAZIONE USO
PARERE AGENZIA DELLE ENTRATE

Tutela prestazioni professionali – L.R. n.59/2018

La presentazione delle istanze autorizzative o di istanze ad intervento diretto devono essere corredate, oltre che da tutti gli elaborati previsti dalla normativa vigente, dalla lettera di affidamento dell’incarico o contratto resa nelle forme previste dall’ordinamento professionale di appartenenza e sottoscritta dal committente, unitamente alla copia fotostatica di un documento d’identitĂ .
Al momento del rilascio dell’atto autorizzativo o della ricezione di istanze ad intervento diretto, l’Amministrazione acquisisce la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del professionista o dei professionisti sottoscrittori degli elaborati progettuali, redatta nelle forme di cui all’articolo 76 del D.P.R. n.445/2000 attestante il pagamento delle correlate spettanze da parte del committente.
La mancata presentazione della dichiarazione costituisce motivo ostativo per il completamento dell’iter amministrativo fino all’avvenuta integrazione.

 Legge regionale

Misure straordinarie per la prevenzione e la lotta al fenomenodell’abbandono e dei roghi di rifiuti – L.R. n.20 del 9/12/2013 art.5

Ferma restando la normativa vigente e la pianificazione di settore in materia di gestione di rifiuti da costruzione e demolizione, nonchĂ© delle terre e rocce da scavo (D.Lgs. 152/06 – Parte IV), tutte le istanze riferite alla costruzione, al rifacimento, alla ristrutturazione ed alla manutenzione di opere, sia di interesse pubblico che privato, per la cui realizzazione è previsto il rilascio di permesso di costruire o la presentazione della Segnalazione certificata di inizio attivitĂ  (SCIA) e Denuncia di inizio attivitĂ  (DIA), contengono il contratto con l’impresa incaricata di effettuare la raccolta, il trasporto, le operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti prodotti dal cantiere, nonchĂ© la stima certificata dal progettista delle quantitĂ  e della tipologia dei rifiuti che sono prodotti.

In caso di violazioni delle disposizioni, in aggiunta alle sanzioni previste dalla normativa vigente in materia, è disposta la sospensione immediata dei lavori, finché non è dimostrato il ripristino delle corrette procedure di gestione dei rifiuti.

 Legge regionale (Regione Campania) 09-12-2013, n. 20

➡️ Chiarimento SCIA art. 37 D.P.R. 380/01

CHIARIMENTI

 

Torna all'inizio dei contenuti